top of page

ANIMALI IN CASA D’AFFITTO



In questo articolo andiamo ad affrontare l’argomento degli animali in casa d’affitto. Il conduttore (inquilino) ha la libertà di mantenere animali da compagnia nella residenza in affitto. Andiamo a scoprire nei dettagli della questione e verificare quanto sancito dalla normativa in vigore.

 


Animali domestici in condominio: la normativa di riferimento

Con la cosiddetta “Riforma del condominio” individuata con legge n.220/12 si è stabilito che i regolamenti condominiali non possono vietare ai proprietari delle singole unità immobiliari di godere della compagnia di un animale domestico all’interno della singola proprietà.

Quando si tratta di capire se è possibile sfrattare un inquilino con animali, è necessario operare una distinzione fondamentale:

  • i padroni di cani o gatti che vivono in condominio in un’unità di proprietà hanno la facoltà di tenere un animale in casa, pur dovendo garantire, naturalmente, la tranquillità pubblica e la pulizia degli spazi condivisi;

  • il proprietario di casa può impedire all’inquilino in affitto di avere un animale in casa.

Il proprietario dell’immobile (il locatore) può, tramite una specifica clausola contrattuale, vietare al conduttore (l’inquilino) di avere in custodia animali domestici nella residenza, sia essa all’interno del condominio o una casa indipendente.

Il divieto, dunque, non può essere individuato all’interno del regolamento condominiale, ma deve essere contenuto nel contratto di affitto e, naturalmente, a seguito della firma del conduttore, quest’ultimo dovrà rispettare la volontà del proprietario di casa.

Animali in Casa D'Affitto

Alla luce di quanto detto nel precedente paragrafo, quando ci si trova a desiderare di godere della compagnia di un animale nella casa di proprietà, non vi sono problemi né restrizioni particolari sulla presenza di un cane o gatto in casa, anche nel caso in cui tale unità si trovi in un condominio. Il discorso cambia quando si tratta dell’animale domestico di un soggetto che stipula un contratto di locazione di una casa, indipendentemente dal fatto che si tratti di una casa indipendente o che faccia parte di un condominio.

Di contro, quando il contratto non contiene restrizioni riguardanti gli animali, il locatario è libero di ospitare animali domestici nella residenza in affitto.

In tal caso, il conduttore che ha un animale è tenuto comunque a rispettare gli obblighi generali per l’uso dell’immobile locato, tra cui:

  • osservare la diligenza del buon padre di famiglia;

  • servirsi della cosa locata per esigenze determinate dal contratto;

  • restituire l’immobile nello stato in cui l’ha ricevuto.

È bene ricordare che, in Italia non esiste alcuna legge che proibisce ai proprietari di includere una clausola di divieto della detenzione di animali domestici all'interno del contratto di locazione.

Questo si basa sul principio generale dell'autonomia contrattuale e, una volta firmato l’accordo, il conduttore è tenuto ad osservare il divieto potendo, in caso contrario, incorrere nella procedura di sfratto dell’inquilino con animali.

In generale, dunque, prima di firmare un contratto di locazione, è consigliabile che il locatario che desidera vivere con un animale domestico si assicuri che il contratto non contenga restrizioni in tal senso e che, il locatore, sia a conoscenza della possibilità di apporre un divieto e procedere con lo sfratto esecutivo con cani o gatti in caso di mancata osservanza del divieto stesso.

In aggiunta, se dovessero emergere pr



oblemi come disturbi sonori o odori sgradevoli che violano le norme relative alle immissioni intollerabili (individuate nell'art. 844 c.c.), il condominio ha il diritto di richiedere che l'animale venga allontanato dalla residenza.

Noi di RE/MAX Casa Service, in qualità di professionisti in campo immobiliare, suggeriamo ad ogni inquilino che cerca un immobile in locazione di informare l’agente immobiliare dell’eventuale presenza di animali da compagnia già dalla prima telefonata: l’agente immobiliare potrà aiutarti a trovare la soluzione giusta, se debitamente informato.

 

 

 

80 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page